Arte e Musica

COMUNICATO STAMPA: "QUESTO AMORE SENZA FINE" IL SINGOLO DEL CATANESE STEFANO MILANI

Share

“Questo amore senza fine” è il singolo apripista dell’imminente album del musicista catanese Stefano Milani, pubblicato per l’etichetta indipendente “Silvius”, che dopo un periodo di silenzio ritorna nel mondo della musica conquistando le classifiche internazionali ed è pronto per gareggiare come unico italiano per le selezioni finali dell’edizione 2018 del Festival Internazionale di “Vina del Mar” in Cile, gemellato con il nostro Sanremo.

Leggi tutto: COMUNICATO STAMPA: "QUESTO AMORE SENZA FINE" IL SINGOLO DEL CATANESE STEFANO MILANI

I PRESEPI DI CARMELO GERACI

Share

Nel momento in cui il multiculturalismo radicale sembra imporre limitazioni all’arte cristiana, c’è chi va in netta controtendenza. Catania, come per il resto della Sicilia, non sembra risentirne affatto di questo fenomeno oggi di moda. L’arte del Presepio, in Sicilia specialmente, presenta una infinita serie di prodotti che si rifanno quasi sempre alle tradizioni locali. Carmelo Geraci, tecnico di laboratorio dell’Istituto Galileo Galilei di Catania, inventore per vocazione, ha raccolto la sfida. Da qualche anno realizza insieme alla moglie e ai due figli, artistici presepi artigianali da collezionare. Il materiale utilizzato è rigorosamente riciclato. Per procuraselo va perfino nelle discariche. Ci vuole fantasia e lui ne ha tanta. Di presepi ne ha creati per tutti gusti e di varie dimensioni. Quello realizzato all’interno di un’anfora,è il più grande di tutti; il più piccolo, invece, è un mezzo guscio di pistacchio all’interno del quale si trova una minuscola Sacra Famiglia. Il novello “Archimede” usando la personalissima formula del “tutto si crea e nulla va distrutto”, da una semplice batteria del telefonino o da un elettrodomestico dismesso, a seconda delle dimensioni riesce a illuminare ambienti ed animare scene e personaggi della Notte Santa. Geraci si dice convinto che “Per una buona ricetta presepiale, bisogna essere capaci di incuriosire anche il più distratto dei visitatori; occorre in buona sostanza creare qualcosa di diverso, di esemplare, che

 

Leggi tutto: I PRESEPI DI CARMELO GERACI

LA LEGGENDA DEL PIAVE

Share

La “Serata per Caruso”, trasmessa dalla Rai sabato 4 luglio, poteva essere davvero la grande occasione per dare il giusto risalto all’arte poetica e musicale di E.A. Mario e rendergli giustizia. Ma tant’è, a volte si spreca tempo in sketch superficiali e si perde l’occasione, anche in programmi di intrattenimento, di dare agli spettatori “gocce” di sapere! L’inizio della trasmissione, con la suggestiva esecuzione di “Le rose rosse”, la prima canzone contro ogni guerra scritta da E.A. Mario nel 1919, lasciava ben sperare. Bella anche la coreografia del corpo di ballo sulle note della “Canzone del Piave” ma, secondo me, sarebbe stato più efficace trasmettere la “Leggenda del Piave” cantata dall’autore e, come sfondo, proiettare l’autografo dell’Inno. Questi due documenti storici li ho inviati precedentemente alla Rai.  Poi sarebbe stato opportuno invitare il pubblico, visto che nessuno dei presenti aveva avuto la sensibilità di farlo spontaneamente, ad alzarsi in piedi sia per ricordare con il dovuto rispetto il Poeta, sia per onorare la memoria di tutti i caduti di ogni guerra e di ogni nazione. Infine sarebbe stato doveroso doveroso dare la possibilità a Italia Nicolardi e a Delia Catalano – rispettivamente figlia e nipote del Poeta – affiancate dal presidente della SIAE, di ribadire che

Leggi tutto: LA LEGGENDA DEL PIAVE

Annamaria D'arrigo una voce per la storia

Share

GIUNI RUSSO E FRANCO BATTIATO

Share

Informazioni aggiuntive