ERBE AROMATICHE COLTIVATE IN BALCONE

Share

Forse non ci crederete ma possiamo creare un angolo verde e utile anche se viviamo in un appartamento in centro città. Le erbe aromatiche coltivate sul davanzale o sui balconi non soltanto arredano e colorano ma forniscono pronto uso odori e sapori freschi che arricchiscono i nostri piatti. Come ottenere il meglio? Dipende dal tipo di pianta. Rosmarino, salvia e lavanda sono piccoli arbusti perenni e necessitano di attenzione. E' bene coltivarli in vasi separati perché sono piante che prevalgono sulle altre. Hanno bisogno di essere innaffiate abbondantemente, anche tutti i giorni in estate. Risentono del ristagno quindi non mettete il sottovaso. Andrà bene del terriccio universale ma l'ideale è la terra dell'orto. Le piantine sono perenni quindi potrete avere il loro profumato aroma anche in inverno. In qualunque stagione le piante devono restare all'aperto esposte al sole, si concimano una volta l'anno in inverno usando concime biologico visto che poi le loro foglie vanno a finire nei cibi che mangiate.

 

Il timo va coltivato in vasi di medie dimensioni, come il basilico, è facilissimo da gestire, collocati al sole, forniranno ai tuoi cibi un tocco in più. Non sono piante perenni, vivono bene da maggio fino a ottobre, dopo potete ovviare congelando o seccando le loro foglie per utilizzarle nel periodo freddo. La menta che si trova in commercio in genere è un ibrido tra mentuccia e menta piperita, pur essendo una pianta perenne d'inverno si spoglia completamente ma, potata, in primavera riappare fortificata. Predilige la mezza ombra e un terreno drenante, non va concimata e non ha bisogno di cure. La maggiorana e l'origano sono anch'esse piante perenni per le quali valgono gli stessi suggerimenti esposti per la menta con la differenza che hanno bisogno di una minor quantità d'acqua. Mantenerle in zone a mezza ombra e potarle in primavera. E infine parliamo del peperoncino, che con i suoi frutti multiformi e multicolori è la pianta perenne più bella e utile che si può ammirare su terrazzi o balconi, la cui cura non si discosta molto dalle piante precedenti. Ama essere innaffiata ma, se si vuole ottenere un peperoncino più piccante, bisogna bagnarla con meno

 

frequenza.

 

Informazioni aggiuntive