RITRATTI: ALFIO PATTI, L'AEDO DELL'ETNA.

Share

Alfio Patti (nella foto) è giornalista e pubblicista, laureato in Pedagogia, che da circa 30 anni si occupa di lingua e letteratura siciliana con particolare riferimento alla poesia. Studiando i secoli dal 1250 a oggi scopre tante ricchezze siciliane e per questo decide di portare in giro queste sue conoscenze attraverso delle conferenze. Per dare un taglio diverso alla conferenza che risultava sempre un pò barbosa e noiosa, ma soprattutto per far in modo che anche i più giovani si avvicinassero al dialetto siciliano, Alfio Patti comincia ad intermediare queste conferenze con recite e canti fatti da se stesso, nacque così la conferenza/spettacolo.Pian piano col passare del tempo queste conferenze si arricchirono e perfezionarono fino a diventare dei veri e propri spettacoli. Allakatalla fu il primo che lanciò nel 2002 al centro culturale Paternò tedeschi. Da quel momento portò questo spettacolo

in giro per il mondo, tra le tappe più importanti: Città del Messico nel 2012,Argentina nel 2011,Nizza nel 2005,Australia nel 2004 e Germania durante i due giorni dedicati alle tradizioni etniche. Per Alfio Patti l'identità culturale é importantissima, oggi più di ieri, ed è per questo che con passione porta nel mondo la nostra cultura siciliana.  Recentemente ha anche deciso di coinvolgere i giovani (sempre più lontani a questo tipo di spettacoli) attraverso un'altra strategia, quella editoriale. L'ultimo dei libri scritti da lui è "Arsura d'amuri" ,dedicato alla poetessa Graziosa Casella, donna di alta cultura nonostante l'ambiente medio-basso in cui viveva, donna anche molto femminista e per questo derisa. A quest'ultimo libro è stato anche dedicato uno spettacolo teatrale. Tra i tanti premi e riconoscimenti ottenuti dal Poeta e cantastorie Alfio Patti due in particolare sono da lui stesso ritenuti più importanti: in campo letterale il premio internazionale di poesia città del Marineo ottenuto nel 2006 con la raccolta di poesie “Nudi e Crudi”; nel campo dell'arte invece il riconoscimento più grande consiste nell'essere stato riconosciuto dalla FIT( federazione italiana tradizione popolare)nel 2010 ambasciatore del folclore siciliano. Alfio Patti è stato varie volte anche ospite della RAI in diverse trasmissioni, tra le quali "Magica Italia" su RAI 1 per il rilancio dell'immagine dell'italia nel mondo e sempre su RAI 1 nei programmi "Energie etnee" e "Sabato e domenica estate".  Inoltre, è stato presente su Radio 3 insieme a Giovanni Vallone, con un progetto suddiviso in tre puntate in cui Alfio Patti ha cantato, recitato e raccontato la tradizione siciliana. L'artista, soprannominato da Franco Di Mare,l'Aedo della Sicilia,perchè ricorda tanto i cantastorie dell'antica grecia, è l'esempio di come attraverso la passione, la tenacia, l'impegno e la ricerca, si possa riuscire in ciò in cui si crede mantenendo sempre vive le proprie origini insieme alla propria identità culturale.

 

    

Informazioni aggiuntive