Cultura e spettacolo

I "FIGLI DELL'ETNA" AL CENTRO CULTURALE PATERNO'-TEDESCHI

Share

Festa grande al Centro Culturale "V.Paternò-Tedeschi" col gruppo Folk "Figli dell'Etna". Non e' stata una mattinata culturale di rutine quella vissuta domenica 26, ma una vera e propria esaltazione della sicilianità a tutto tondo. Nelle vesti di relatori Vi hanno preso parte il Presidente regionale della F.I.T.P.(Federazione Italiana Tradizioni Popolari) M° Alfio Russo, ed i presidenti del Sodalizio organizzatore, dott. Santo Privitera e quello del gruppo Folk "Figli dell'Etna", dott. Vincenzo Amaro. Dopo il saluto alla platea la splendida esibizione musicale che ha avuto come assoluta protagonista Anna Tabacco Messina, vera icona del Folklore Siciliano con i suoi cinquant'anni di attività artistica. La formazione dei "Figli dell'Etna" fondata sessant'anni fa dalla compianta Rita Corona, vanta come diretta discendenza quella dei "Canterini Etnei". Questo gruppo deve i suoi natali al musicista Gaetano Emanuel Calì che nel lontano 1929 la tenne a battesimo in occasione delle nozze del Re Vittorio Emanuele II con Maria Josè. Nel corso della mattinata il gruppo ha offerto un saggio della propria bravura esibendosi in balli e canti appartenenti all'antico repertorio canoro siciliano direttamente attinto dagli usi e costumi del popolo siciliano. Gli spazi ristretti non hanno in alcun modo impedito, ad ulteriore conferma della bravura e la professionalità dei componenti, lo svolgersi dello spettacolo che ha commosso e divertito i soci presenti. Al termine, proprio nel momento dei saluti finali, la promessa di un ulteriore incontro da fissare nel piu' breve tempo possibile.

Nella Foto di Gianni De Gregorio, la foto ricordo.

UNA POESIA DEDICATA A SANT'AGATA RECITATA DALLA STESSA AUTRICE FRANCESCA PRIVITERA

Share

" 'U NATALI DI'NA VOTA" ALL'EX CINEMA CONCORDIA

Share

Con lo spettacolo “U Natali di ‘Na vota” messo in scena dal gruppo musico-teatrale “I Colapisci” nei locali dell’ex cinema Concordia, è tornato a rivivere nell’antico quartiere SS. Angeli Custodi il rito della “Cona”. La Sacra rappresentazione organizzata dal Circolo culturale “V.Paterno’-Tedeschi”, ponendo in risalto usi e costumi di una Catania popolaresca ormai quasi del tutto scomparsa, ha messo a confronto il Natale di una volta con quello attuale. Fino agli anni ’60 dello scorso secolo, soprattutto nei quartieri periferici le feste Natalizie si vivevano con grande intensità. I riti Liturgici oltre che un’occasione di preghiera erano momenti di sana aggregazione. Vigeva l’usanza di allestire nelle abitazioni o nei pubblici cortili oltre che il Presepe anche la Cona. L’allestimento della “Cona” era forse il rito più suggestivo. L’altarino con l’effige della Sacra Famiglia veniva arredato di tutto punto. I suoi addobbi carichi di significati simbolici

Leggi tutto: " 'U NATALI DI'NA VOTA" ALL'EX CINEMA CONCORDIA

DEDICATO AD ANTONELLO GERMANA' DI STEFANO(1996-2016) NEL VENTENNALE DELLA SUA SCOMPARSA

Share

Dedicato ad Antonello Germana' Di Stefano nel Ventennale della sua scomparsa avvenuta il 9 Giugno del 1996. Storico e letterato, aveva solo 35 anni e fu il Co-fondatore del Centro culturale"V.Paterno'-Tedeschi". Questo Booktrailer e' stato presentato nel corso della manifestazione alla memoria, svoltasi al Castello Leucatia lo scorso 6 novembre 2016. Si intitola "Una vita per la Storia".

CENTRO CULTURALE "V.PATERNO'-TEDESCHI": POETI E MUSICISTI AL PARCO GIOENI

Share

Dopo la pausa estiva, il Centro culturale “V.Paternò-Tedeschi riapre i battenti. L’appuntamento è stato al Parco Gioeni dove, complice una luminosa domenica di sole, poeti e musicisti si sono dati convegno. Già teatro di precedenti incontri letterari organizzati dallo stesso sodalizio, la suggestiva quinta scenografica squisitamente naturalistica dai luoghi ben si presta a queste manifestazioni. Da qui la scelta di un angolo verde all’ombra dei frondosi Bagolari. Aprendo i lavori, il Dott.Santo Privitera ha annunciato importanti novità per il prossimo anno. La prima riguarda gli incontri itineranti mensili previsti presso altre sedi. “Saranno più frequenti-assicura-e tutti di ottimo livello”.  Non solo attività letteraria ma anche artistica e teatrale nel programma 2016/17. Tra queste la riproposizione della Pìece “Il paradiso nell’Anima” di imminente rappresentazione, dedicata al compianto Prof. Antonello Germanà Di Stefano scomparso vent’anni fa . L’eco della musica e della poesia ha attirato numeroso pubblico occasionale che si è accomodato come meglio ha potuto sui muretti di pietra lavica. La manifestazione presentata da Nunzio Spitalieri è stata densa di interventi. Accompagnati dalla fisarmonica di Silvio Carmeci, dal mandolino di Santo Privitera e dai singolari strumenti ritmici allestiti da Giacomo Gucciardo, si sono esibiti i cantanti Lino Lodato e Vera Fuselli. Le musiche tratte dal repertorio tradizionale siciliano, sono state alternate alle liriche declamate dagli stessi autori. Hanno partecipato i poeti: Gaetano Petralia, Agata D’Amico Castorina, Melania Sciabò Vinci, Nietta Pistorio, Giusy D’Arrigo, Gaetano Zappalà, Nunzio Spitalieri, Sara Celano, Costanza Isaja, Turi Spata. Ricordando Nino Martoglio, Saretto Napoli ha recitato alcune liriche della “Centona”. Nel corso della mattinata, alla scrittrice Licia Aresco Sciuto è stato consegnato il premio conseguito nella trascorsa edizione del concorso letterario nazionale “V.Paternò-Tedeschi”.

Leggi tutto: CENTRO CULTURALE "V.PATERNO'-TEDESCHI": POETI E MUSICISTI AL PARCO GIOENI

Informazioni aggiuntive