DEDICATO A TUTTE LE MAMME: "MATRI"

Share


 

‘N cori c’abbatti, 'na lacrima, 'na pinna,

ddu scarabocchi ‘nta stu fogghiu jancu;

 quantu mi manchi non si po’ capiri

 picchi’ lu beni non si fletti all’anni!

 Matri,

 tu fusti la me puisia,

 lu megghiu versu senza fantasia;

 passasti funna ‘nta l’anima mia

 làssannici la luci di stiddi

 e lu caluri di tuttu lu suli.

Matri è parola ca non si cancella

Ciatu di vita ca si po' vasari;

Resta ppi sempri macari ca scumpari!

 

 

 Traduzione

Un cuore che batte, una lacrima, una penna/due scarabocchi in questo foglio bianco;/quanto mi manchi non si puo' capire/perche' il bene non si piega con gli anni./ Madre,/ tu fosti la mia poesia/il migliore verso senza fantasia;/passasti profondamente dentro la mia anima/lasciandoci la luce delle stelle/e il calore di tutto il sole./Madre è parola che non si cancella/soffio di vita che si fa baciare;/ resta per sempre anche se scompare.

Informazioni aggiuntive