Scienze, Tecnologia, Medicina, Alimentazione.

ALLA SCOPERTA DEL ROOIBOS -

Share

Aggirandomi curiosa tra gli scaffali del supermercato, tra confezioni di tè, tisane e infusioni, ho scoperto una novità: il Rooibos un tipo di tè chiamato comunemente "Tè rosso africano". E' una bevanda di colore rossastro che si ottiene per infusione di foglie e ramoscelli di una pianta cespugliosa che cresce spontaneamente in Sudafrica. Conosciuto da secoli dai nativi il Rooibos è considerato un elisir di lunga vita. Ultimamente la sua fama si è diffusa in tutto il mondo, soprattutto da quando le star di Hollywood hanno cominciato ad assumerlo regolarmente beneficiando delle sue potenti proprietà. 

Leggi tutto: ALLA SCOPERTA DEL ROOIBOS -

DEPURIAMOCI CON LA MELAGRANA

Share

E' un frutto delizioso e decorativo che appare sulle tavole delle feste invernali, ma spesso non conosciamo i suoi benefici. Originaria dell'Asia minore, la melagrana è sempre stata ritenuta un vero toccasana e un frutto propiziatorio di fortuna e fecondità. A ciò si uniscono molte virtù nutrizionali, tanto da essere giudicata dagli esperti un vero e proprio integratore naturale. Vista la sua ricchezza di vitamina C e minerali è in grado di potenziare le difese immunitarie dell'organismo proteggendo dai più comuni malanni invernali. E' inoltre consigliato a quanti hanno problemi cardiocircolatori e a chi va soggetto a piccoli disturbi di circolazione sanguigna. Offre inoltre un efficace effetto disintossicante ed è di aiuto quando si ha bisogno di depurare l'organismo. Della melagrana si mangiano i semi rossi che possono essere impiegati in cucina nei modi più disparati: aggiunti nelle insalate, nelle pietanze, nelle macedonie, o semplicemente usati come decorazione di dolci e risotti. Secondo gli esperti il modo migliore per esaltare le proprietà nutrizionali di questo prezioso frutto è quello di consumarlo sotto forma di succo che si può ottenere spremendo i grani con lo schiacciapatate, mettendoli in centrifuga o semplicemente nello spremiagrumi.

Leggi tutto: DEPURIAMOCI CON LA MELAGRANA

ALLERGIA AL NICHEL

Share

La più comune allergia da contatto dei paesi industrializzati, con prevalenza maggiore tra le donne, è la reazione al nichel, un metallo che purtroppo si trova un po' ovunque, persino negli alimenti e viene impiegato per la produzione della maggior parte di oggetti di uso comune, quali chiavi, telefonini, gioielli, monili, cosmetici e prodotti per la casa. In particolare è presente nell'acciaio, nell'argento e nell'oro bianco, si trova nelle cerniere, nei bottoni metallici, nei fermagli del reggiseno e delle calzature, anche nelle monete, nelle forbici, in posate e utensili da cucina, nelle montature di occhiali, nelle protesi mediche e odontoiatriche. E poi c'è il vasto capitolo degli alimenti che vanno dal cioccolato alle verdure, dagli ortaggi alla frutta, specialmente quella secca, e sono a rischio anche i crostacei e addirittura i cereali integrali. Insomma per elencare ciò che contiene il nichel ci vorrebbe un'intera enciclopedia, ma ciò che più ci preme spiegare è come combattere  l'allergia.

Quando si è allergici e la pelle entra in contatto col metallo si innesca una reazione infiammatoria dapprima di sensibilizzazione asintomatica, col tempo però diventa tale da intaccare il sistema immunitario, che considera il nichel dannoso per il corpo e si attiva per produrre sostanze che, a loro volta, provocano un eczema che si presenta con pelle arrossata ed escoriata, vescicole, prurito, gonfiore e croste. In certi casi alla dermatite da contatto si associano orticaria o disturbi gastrointestinali. In questo caso si parla di allergia sistemica al nichel.

Leggi tutto: ALLERGIA AL NICHEL

FRUTTA SECCA DALLE MILLE VIRTU'

Share

La frutta secca, sia in guscio che polposa, (fichi, albicocche, datteri, prugne, ecc.) è salutare per il corpo umano. Secondo recenti studi infatti è stato appurato che il suo consumo può avere effetto benefico su varie patologie diffuse e svolge una funzione protettiva nei confronti delle malattie cardiache. Pur essendo calorica, facendone un uso corretto, abbiamo il giusto apporto di un'infinità di sostanze benefiche. La frutta secca in guscio contiene: fibre alimentari, ferro, magnesio, zinco, potassio, fosforo, selenio, acidi grassi essenziali, proteine vegetali. Insieme a tutti i semi e i legumi, la frutta secca, in virtù delle sue qualità nutrienti, è stata sempre una componente importante nella dieta dell'essere umano. Consumata come snack, come spuntino, come decorazione per dolci, sia in granella o tostata, trasformata in burro (arachidi) o in pasta (mandorle), essa è stata negli ultimi anni rivalutata e inserita in molte linee guida di una sana alimentazione. Ed è diventata una componente importante della dieta nella prevenzione di malattie coronariche e ipercolesterolemia. 

Leggi tutto: FRUTTA SECCA DALLE MILLE VIRTU'

MANGIAMO TANTA ANGURIA!

Share

La natura ci offre un frutto succoso e rinfrescante proprio al momento giusto quando, a causa del caldo, il nostro organismo ha bisogno di maggior apporto di liquidi e sali minerali. L'anguria è in effetti uno dei frutti più dissetanti e gradevoli dell'estate. I benefici che può apportare sono davvero moltissimi e insospettabili.

Leggi tutto: MANGIAMO TANTA ANGURIA!

Informazioni aggiuntive