ALLERGIA AL NICHEL

Share

La più comune allergia da contatto dei paesi industrializzati, con prevalenza maggiore tra le donne, è la reazione al nichel, un metallo che purtroppo si trova un po' ovunque, persino negli alimenti e viene impiegato per la produzione della maggior parte di oggetti di uso comune, quali chiavi, telefonini, gioielli, monili, cosmetici e prodotti per la casa. In particolare è presente nell'acciaio, nell'argento e nell'oro bianco, si trova nelle cerniere, nei bottoni metallici, nei fermagli del reggiseno e delle calzature, anche nelle monete, nelle forbici, in posate e utensili da cucina, nelle montature di occhiali, nelle protesi mediche e odontoiatriche. E poi c'è il vasto capitolo degli alimenti che vanno dal cioccolato alle verdure, dagli ortaggi alla frutta, specialmente quella secca, e sono a rischio anche i crostacei e addirittura i cereali integrali. Insomma per elencare ciò che contiene il nichel ci vorrebbe un'intera enciclopedia, ma ciò che più ci preme spiegare è come combattere  l'allergia.

Quando si è allergici e la pelle entra in contatto col metallo si innesca una reazione infiammatoria dapprima di sensibilizzazione asintomatica, col tempo però diventa tale da intaccare il sistema immunitario, che considera il nichel dannoso per il corpo e si attiva per produrre sostanze che, a loro volta, provocano un eczema che si presenta con pelle arrossata ed escoriata, vescicole, prurito, gonfiore e croste. In certi casi alla dermatite da contatto si associano orticaria o disturbi gastrointestinali. In questo caso si parla di allergia sistemica al nichel.

 

Se si sospetta di averla è buona prassi rivolgersi a un dermatologo-allergologo per sottoporsi ai PACTH TEST. La terapia sintomatica prevede l'impiego di antinfiammatori associati ad antistaminici. Siamo in attesa che arrivi presto un vaccino (la sperimentazione clinica sta dando buoni risultati), ma intanto il modo migliore per combattere l'allergia è evitare i contatti "pericolosi". State lontani da gioielli e bijotteria senza la dicitura "nichel free", scegliete utensili da cucina in vetro, alluminio, ceramica o pirex per conservare cibi, ma per quel che riguarda gli alimenti invece è bene eliminare certi prodotti soltanto nei casi più gravi.

Informazioni aggiuntive