"C'ERA 'NA VOTA 'U NATALI" AL CENTRO CULTURALE "CONCORDIA"

Share

           

C’era ‘na vota ‘u Natali, questo il titolo dello spettacolo organizzato dal Centro culturale V.Paternò-Tedeschi, andato in scena alla Biblioteca Centro culturale Concordia per la regia di Gianni Sineri. Protagonista il gruppo musico-teatrale catanese de I Colapisci che anche quest’anno, sebbene con qualche ritocco al testo rispetto agli anni precedenti, ha riproposto la Novena di Natale come si svolgeva una volta nei cortili del centro storico catanese e nelle sue estreme periferie. Altri tempi, altri costumi, altri modi di vivere la festa cattolica celebrata in tutto il mondo, dove le luce fioca dei lampioni alimentati a gas non era minimamente paragonabile alle pompose luminarie né allo sfrenato consumismo che invece oggi tende ad imporsi come valore assoluto. Il Natale dei poveri, quello vissuto dal popolo, era molto più semplice e più vicino ai valori fondanti del cristianesimo. E’ questo il messaggio che sembra veicolare il gruppo di artisti che su iniziativa della dirigente Silvana Cosentino si è esibito nell’ex cinema di V. Plaia. Meglio se questo tipo di rappresentazione avviene in un quartiere popoloso come gli Angeli Custodi dove alcune importanti tradizioni siciliane ancora resistono al tempo. Come in una antica fiaba che si racconta ai più piccoli, si apre il libro magico dei sogni. Così appare un mondo del tutto scomparso. Attorno all’antica Cona (altarino con l’effige della Sacra famiglia) riccamente imbandito di ogni ben di Dio, si materializza la devozione di tutto un quartiere.  Per Nove giorni consecutivi, dal 16 al 24 dicembre  i Nonareddi cantavano, recitavano e suonavano con i loro strumenti a corda antiche litanìe della tradizione orale siciliana. La fase successiva era tutto un trionfo di danze popolari e poesie estemporanee; una vera e propria festa celebrata all’insegna della fratellanza, dell’amicizia e della carità. il libro si richiuderà lasciando dentro per sempre il rimpianto del tempo che fu. Del cast  che per tutto il mese ha in programma un lungo giro tra teatri, chiese, sale private e scuole, vi fanno parte: Carmelo Filogamo, Santo Privitera, Silvio Carmeci nelle vesti dei Nonareddi-musicisti e con la partecipazione straordinaria del Maestro mandolinista Pippo Grillo; Agata D’Amico Castorina, Cettina Di Stefano, Salvina Tomarchio, Luisa Spampinato, Linda Guarnaccia e Mariella Facciolà, le popolane. Il poeta, Ciccio D’Arrigo; Nino Sorgi, il ragazzino scanzonato. La manifestazione è stata presentata da Nunzio Spitalieri.  

Nella foto di Nunzio Spitalieri, il gruppo de "I Colapisci" durante l'esibizione.

Articolo pubblicato su "La Sicilia" del 21.12.'17

Informazioni aggiuntive