"VINCENZO TEDESCHI E IL SUO TEMPO"

Share

Al Centro culturale “V.Paterno’-Tedeschi” è stato di scena il dott. Orazio Costorella. Il tema dell’Incontro è stato Interessantissimo: “Vincenzo Tedeschi e il suo tempo”. Lettore ma, soprattutto cultore e raffinato studioso di Letteratura e Tradizioni popolari, Oratore coinvolgente, Costorella ha dunque parlato di Vincenzo Tedeschi nella sede del Sodalizio che porta il suo nome. A tal proposito, nell’intervento introduttivo, è stato il presidente dott. Santo Privitera a spiegare i motivi che convinsero il compianto co-fondatore Antonello Germana’Distefano ad intitolare il Centro al filosofo catanese nato nel 1786 e morto nel 1859. Motivi connessi alla riscoperta di personaggi caduti ingiustamente nell’ oblio. Vincenzo Tedeschi fu un filosofo illuminista. Al proprio cognome aggiunse anche quello della madre, Felicia Paternò. La sua vita fu condizionata dalla cecità che lo colse in età adolescenziale. “Un uomo”-afferma tra l’altro l’oratore-“ che la sventura non riuscì a piegare”.Consegui’ la cattedra di metafisica all’università della sua città. Autore di tre importanti libri, si distinse per le sue doti di intellettuale eclettico, liberale e progressista. Nel 1849, durante i moti anti-borbonici, fu al Centro di un grave fatto di sangue: i soldati borbonici del generale Filangieri chiamati a stroncare l’insurrezione, assaltò la sua casa uccidendo il cognato, la moglie e due dei suoi quattro figli. Egli riuscì a salvarsi miracolosamente. Morirà dieci anni dopo in preda al rimorso per non aver potuto impedire l’eccidio. Cambiando argomento, al termine dell’incontro, Costorella ha recitato brani tratti dalla tenzone letteraria tra I poeti Pietro Fullone e il Cieco di Spaccaforno, narrati dal demopsicologo ibleo Serafino Amabile Guastella.

Nella Foto di Salvina Tomarchio, da Sin. Il presidente del Centro culturale "V.Paternò-Tedeschi" dott.Santo Privitera e l'oratore dott. Orazio Costorella. Al Centro, il dipinto che raffigura il filosofo catanese Vincenzo Tedeschi sotto lo stemma del Sodalizio che porta il suo nome.

Informazioni aggiuntive